- PROFILO
- FUNERALI
- CREMAZIONI
- INUMAZIONI
- TUMULAZIONE
- TRASPORTO dall’ITALIA e dall’ estero
- AUTO di ACCOMPAGNAMENTO
- SERVIZIO MUSICALE
- CERIMONIE NON CATTOLICHE
- CERTIFICAZIONI
- PRATICHE PER LA CONCESSIONE DEI LOCULI
- NECROLOGIE
- LAPIDI
- PREVIDENZA FUNERARIA
- DOVE SIAMO
LA CREMAZIONE
La cremazione avviene previo testamento olografo del defunto che per sua volontà desidera essere cremato o per volontà dei parenti stretti che dichiarino le volontà del defunto. E' una pratica attivata da più forme religiose e dal '68 è riconosciuta anche dalla Chiesa Cattolica.
Nel caso la persona in vita desideri che le sue volontà siano rispettate, sarebbe opportuno iscriversi presso una associazione specifica che consente una procedura burocratica di creazione più rapida che nei casi normali.
Risolve il problema degli spazi specie nel caso di loculi o tombe già esaurite.
Il prodotto della cremazione non può essere tenuto in casa ma deve essere posto nei cimiteri in apposite cellette o disperso in appositi spazi verdi che devono essere disposti a cura dei comuni all'interno dei cimiteri.
Le ceneri possono essere disperse in mare. Ricordiamo che la cremazione è un diritto di tutti i cittadini e che i costi della stessa sono a carico del Comune di residenza. Per essere cremato è sufficiente avere dichiarato la propria volontà in un documento olografo; oppure occorre che il coniuge superstite o il parente più prossimo dichiari, con atto sostitutivo di notorietà, la propria volontà che la salma del congiunto venga cremata. Con uno di questi documenti l'impresa funebre provvederà al completo espletamento della pratica.

INUMAZIONI
L'inumazione consiste nella sepoltura della salma in fosse scavate nella nuda terra.
L’inumazione consente in tempi relativamente brevi (10 – 15 anni ) il ritorno del corpo nel ciclo biologico. Trascorso questo tempo le ossa vengono raccolte e collocate nella sepoltura richiesta dai familiari o nell’ossario comune. Alcuni cimiteri comunali possono accogliere solo le salme di persone residenti nelle rispettive zone, oppure in assenza di tale requisito, le salme aventi sepolte nella sede prescelta il coniuge od un parente entro il 3° grado. Al momento della morte di una persona, il coniuge, il parente più prossimo o uno dei parenti della cerchia familiare deve fare richiesta, all’Ufficio di Polizia Mortuaria, per l’inumazione della salma. L’Ufficio provvede a far scegliere ed assegnare il posto, tra uno di quelli liberi in uno dei campi di inumazione del Comune. Se il funerale viene effettuato dopo 48 ore dal decesso, è obbligatorio il trattamento conservativo della salma.

TUMULAZIONI
La tumulazione consiste nel porre il feretro in un loculo e quindi chiudere l’accesso con mattoni pieni. Tutte le costruzioni di loculi devono rispondere ai requisiti richiesti dalla Legge, sia quelle private che quelle di proprietà comunale. I loculi rilasciati in concessione dai Comuni rimangono di proprietà comunale, la concessione consiste nell’esercitare il diritto di sepolcro alla salma destinataria della concessione, cioè mantenere tumulata nel loculo la salma a cui il loculo è stato destinato fin dall’inizio, per tutto il periodo della concessione. La salma non può essere privata da nessuno del diritto di sepolcro, sia nel loculo che nella tomba di famiglia; il Comune controlla che le eventuali variazioni non siano effettuate a danno della salma avente diritto alla tumulazione nella tomba di famiglia o titolare della concessionaria del loculo. Una salma può essere estumulata dal proprio loculo per essere immediatamente tumulata in un’altra concessione in cui abbia diritto di accesso, in questo caso il loculo deve essere restituito obbligatoriamente al Comune, fatta salva la restituzione delle somme previste dal Regolamento per la retrocessione del loculo. Al momento della morte di una persona, il coniuge, il parente più prossimo o uno dei parenti della cerchia familiare fa richiesta, all’Ufficio di Polizia Mortuaria, di una concessione per la tumulazione della salma. L’Ufficio provvede a far scegliere ed assegnare la concessione, tra una di quelle libere in una delle costruzioni del Comune. Il feretro destinato alla tumulazione deve essere composto di due casse: una cassa di zinco ed una di legno. Se il funerale viene effettuato dopo 48 ore dal decesso, è obbligatorio il trattamento conservativo della salma.

-info@biagionoranze.com Ansaloni Roberto & Biagi Massimiliano P.I.IT 01820521209